Dottor Georges M. Halpern: “Reishi e tumori”*

Nessun commento

Il ruolo del Reishi nella cura e nella prevenzione dei tumori

tumori

 

 

Fondamentalmente il sistema immunitario è in grado di combattere le cellule tumorali maligne in tre modi: uccidendole direttamente con i linfociti T citotossici, indebolendole così che le cellule normali possano distruggerle, oppure distruggendole per mezzo di sostanze simili a tossine. Tre di queste ultime, associate al controllo della crescita e sopravvivenza delle cellule tumorali, sono le seguenti:

- Fattore di necrosi tumorale (TNF-alfa)

- Interleuchina 1 beta (1L-1 beta)

- Interleuchina 6 (IL-6)

Le interleuchine sono citochine-messaggero che permettono ai globuli bianchi di comunicare tra loro.

Per verificare gli effetti immunomodulanti e antitumorali del Reishi, alcuni scienziati di Taiwan hanno isolato ed esaminato in vitro polisaccaridi del corpo fruttifero, scoprendo una moltiplicazione delle tre sostanze simili a tossine. Macrofagi, monociti e linfociti T hanno aumentato tutti la produzione di TNF-alfa, interleuchina 1 beta e interleuchina 6. Va osservato che tale aumento non ha oltrepassato il livello massimo della produzione standard. Per esempio troppo TNF-alfa può uccidere le cellule normali, ma i polisaccaridi del fungo non ne hanno provocato un incremento pericoloso. Ciò dimostra la caratteristica immunoregolatrice del Reishi: esso rafforza il sistema immunitario, ma senza stimolarne l’attività in maniera eccessiva.

Inoltre il Reishi inibisce l’angiogenesi (la formazione di nuovi vasi sanguigni che alimentano la crescita tumorale) del tumore alla prostata attraverso la modulazione di segnali specifici. È anche una delle otto sostanze vegetali combinate in una particolare formula nota come PC-SPES che si è rivelata efficace nel sopprimere i sintomi del carcinoma alla prostata. In aggiunta si ritiene che questo fungo possa stimolare la produzione di agenti chemioterapici come l’interferone (una proteina prodotta all’interno di certe cellule per combattere le infezioni virali) e le interleuchine 1 e 2.

tumori 1

 

 

 

Il Reishi inibisce la crescita e favorisce la polimerizzazione dell’actinia nelle cellule del tumore alla vescica in vitro. Per di più, impedisce lo sviluppo di quelle del tumore alla mammella modulando alcuni segnali e potrebbe essere un efficace coadiuvante nel trattamento di questa comune patologia; si è scoperto che questo effetto è dose-dipendente. Un estratto di micelio di Ganoderma lucidum ha arrestato la proliferazione delle cellule di epatoma umano (tumore al fegato), ma non quella delle normali cellule Chang. Nell’Istituto Superiore Medico-Farmaceutico di Toyama, in Giappone, sono stati sequenziati sei triterpeni.

Alcuni ricercatori di Taiwan hanno recentemente chiarito la modalità di azione dei polisaccaridi del Reishi. Il gruppo era guidato dal dottor Hsien-Yeh Hsu dwell’Istituto di Biotecnologia Medica presso l’Università Statale Yang-Ming, e dai dottori Shui Tien Chen, Chun-Hung Lin e Chi-Huey Wong dell’Istituto di Chimica Biologica e del Centro di Ricerca Genomica presso l’Accademia Sinica. Il componente attivo dei polisaccaridi del Reishi stimola l’espressione delle citochine, e uno dei recettori è del tipo Toll (TLR4). Inoltre si è scoperto che ha un effetto analogo su varie cellule immunitarie (compresi macrofagi, cellule B, cellule dendritiche e cellule staminali). Anche la citotossicità cellulo-mediata dalle cellule natural killer (NK) è risultata notevolmente accresciuta e in grado di uccidere cellule tumorali quando le cellule ematiche sono state trattate con questi polisaccaridi attivi.

* Questo articolo è stato tratto dal libro “I funghi che guariscono” del dottor Georges M. Halpern.

Ganoderma 5

UNA RACCOMANDAZIONE: FATE MOLTA ATTENZIONE NELLO SCEGLIERE LA MIGLIORE QUALITA’ DI GANODERMA LUCIDUM; SUL MERCATO SI POSSONO TROVARE PRODOTTI MOLTO SCADENTI.
PER UN EVENTUALE CONSULTO COMPLETAMENTE GRATUITO O PER ULTERIORI INFORMAZIONI SUL GANODERMA LUCIDUM POTETE TELEFONARMI AL 320 9323852 0 SCRIVERMI SU “guglielmocarbone2.0@gmail.com”

Naturopata Guglielmo Carbone

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.